Rischio Incendi Boschivi - Ottaviano Sicura

Vai ai contenuti

Menu principale:

Rischio Incendi Boschivi

Info sui Rischi
Un incendio boschivo può essere definito “un fuoco che tende ad espandersi su aree boscate, cespugliate oppure su terreni coltivati o incolti e pascoli limitrofi a dette aree”.

Perché un incendio si possa sviluppare sono necessari i tre elementi che costituiscono il cosiddetto “triangolo del fuoco”: il combustibile (erba secca, foglie, legno), il comburente (l’ossigeno) e il calore (necessario per portare il combustibile alla temperatura di accensione).

Particolari condizioni atmosferiche (es. giornate particolarmente calde e ventose in un periodo di scarse precipitazioni) possono favorire il rapido propagarsi dell’incendio.

Le cause di incendio possono essere:

  • NATURALI, come ad esempio i fulmini. Sono le meno frequenti in assoluto.

  • DI ORIGINE ANTROPICA, cioè imputabili ad attività umane. Possono essere:

> accidentali, come ad esempio un corto circuito, surriscaldamento di motori, scintille derivate da strumenti da lavoro, ecc;
> colpose, come alcune pratiche agricole e pastorali, comportamenti irresponsabili nelle aree turistiche, lancio incauto di materiale acceso (fiammiferi, sigarette, ecc);
> dolose, quando il fuoco è appiccato volontariamente dall’uomo per le motivazioni più disparate (vendetta, dispetto, protesta, speculazione edilizia) al fine di provocare danni. Sono queste purtroppo le cause più frequenti di incendio dei boschi.
Fonte:
I Contenuti sono tratti dal Dipartimento della Protezione Civile - Presidenza del Consiglio dei Ministri e nello specifico dalla Pubblicazione “Protezione Civile in famiglia
Questo sitoweb è stato autorizzato dalla Protezione Civile Nazionale ad utilizzare i contenuti della pubblicazione "Protezione Civile In Famiglia"
(Codice Richiesta Ticket 10065422.1 e risposta di autorizzazione del 23/03/2016).


 
SitoWeb realizzato da:
Torna ai contenuti | Torna al menu